www.nettime.org
Nettime mailing list archives

Ice Trap
A.Ludovico on Thu, 4 Jan 96 22:38 MET


[Date Prev] [Date Next] [Thread Prev] [Thread Next] [Date Index] [Thread Index]

Ice Trap



This is not in English.
Sorry it's urgent and I have no time to translate it.

It's about another 'bust' in Italy operated by the Computer Crime section

of the 'Servizio Centrale Operativo' a sort of computer crime police.
They've arrestested many innocent computer amateur and some black african
people accused to clone the cellular phones and to commit other crimes.
This is taken from an Italian agency on-line
(http://www.thecity.it/rol/index.html)

>>> inzio fwd ansa

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS IN ITALIA

(ansa) - roma, 13 dic - arresti, fermi e decine di perquisizioni e
sequestri sono stati fatti dagli uomini della sezione criminalita'
informatica del servizio centrale operativo della polizia in un'operazione
contro la pirateria informatica. L'organizzazione di "hackers", veri e
propri pirati dell'informatica, operava a roma, milano, torino, venezia,
siracusa, crema, rimini, matera e varese. I reati contestati ai sei
arrestati ed alle sette stato di fermo, sono associazione per delinquere,
ricettazione e truffa. Tra gli arrestati vi sono un dipendente dell'enea di
roma, piergiorgio zambrini, un impiegato di una societa' di informatica,
alessandro fossato ed uno studente, matteo dal mistro, entrambi veneti. Tra
le persone in stato di fermo vi sono alcuni extracomunitari a milano, che
affittavano a connazionali i telefonini cellulari dopo che erano stati
clonati con l'aiuto degli hackers, mentre un altra persona e' stata fermata
a losanna in svizzera. I provvedimenti sono stati proposti dal magistrato
pietro saviotti e sono stati firmati dal gip francesco monastero.(Ansa) pet
13-dic-95 12:24 nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS IN ITALIA (2)

(ansa) - roma, 13 dic - l'operazione e' stata denominata "ice trap", dalla
trappola tesa dagli investigatori ad uno dei pirati informatici che nelle
comunicazioni telematiche si chiamava "uomo di ghiaccio". Sono state fatte
45 di perquisizione, alcune delle quali sono ancora in corso. Le persone
arrestate, oltre a matteo del mistro (e non dal mistro come detto in
precedenza), 27 anni, residente a venezia, alessandro fossato, 27 anni, di
venezia e piergiorgio zambrini, 26 anni di roma, sono filippo moretti, 24
anni veneziano arrestato a trieste, raul chiesa, 23 anni di torino e samir
gherbi, 28 anni residente a losanna. Sono stati sequestrati 40 computer, 25
telefonini clonati, apparecchiature idonee all'intercettazione di
comunicazioni cellulari, programmi ed apparati utilizzati per la
contraffazione di apparecchiature elettroniche, migliaia di codici di
accesso a reti telematiche e di carte di credito e numerosissimi supporti
informatici. L'attivita' di indagine e' iniziata lo scorso 7 febbraio
quando furono segnalati dalle computer crime unit europee e nordamericane
accessi abusivi a sistemi di telecomunicazione e ad istituti di credito.
Individuate le reti telematiche italiane utilizzate e i nodi di transito, i
poliziotti antihackers hanno sviluppato progressivamente in varie citta'
d'italia le indagini e sono riusciti ad individuare gli autori degli
"attacchi informatici".(Segue).
pet 13-dic-95 13:57 nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS IN ITALIA (3)

(ansa) - roma, 13 dic - la principale rete telematica utilizzata per i
reati informatici su cui la polizia ha indagato e' risultata la rete
"sprintnet", gestita dalla societa' statunitense "sprint international
corporation".
L'operazione ha preso avvio quando il rappresentante della multinazionale
"unilever international" segnalo' allo sco che accessi non autorizzati
erano avvenuti attraverso le reti sprintnet e itapac ad opera di hackers i
quali spiavano le attivita' di tutte le singole aziende facenti parti della
holding. Dalle indagini, condotte con particolari sistemi d'intercettazione
telematica, gli investigatori dello sco hanno individuato gli autori degli
"attacchi informatici" ed hanno individuato anche zambrini, dipendente con
contratto a termine dell'enea, coinvolto in attivita' illecite relative
alla clonazione di apparati radiomobili, all'hackeraggio dei sistemi
telematici e alle frodi in danno di sistemi di comunicazione. Un'altra
attivita' criminosa svolta e' risultata essere l'acquisizione, possesso e
ricettazione di codici di carte di credito aderenti al circuito di rete
sprintnet. e' stata individuata anche una messaggeria telematica collegata
all'utenza intestata a del mistro che vieniva utilizzata anche per
depositare e rivendere il software di natura illegale.(Segue).
pet 13-dic-95 13:57 nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS IN ITALIA (4)

(ansa) - roma, 13 dic - particolarmente rilevante e' poi apparsa agli
investigatori dello sco una serie di accessi abusivi che gli hackers hanno
effettuato "in danno di sistemi telematici di strutture pubbliche e
private, sia per la natura delle informazioni in essi custoditi, sia per il
fatto che tali abilita' permettevano loro di progettare estorsioni ai danni
dei titolari". Su quali siano queste societa' gli uomini dello sco al
momento mantengono il massimo riserbo in quanto l'operazione e' ancora in
corso. Gli hackers erano dediti anche alla clonazione di telefonini
cellulari che poi vendevano ad extracomunitari con i programmi e i codici
necessari alle contraffazioni. Alcuni degli hackeraggi effettuati hanno
evidenziato le notevoli competenze tecniche, che gli hanno consentito anche
di accedere al sistema informatico di un'importante compagnia di
telecomunicazioni statunitensi denominata "gte-gda telecommunication
company", con una condotta di gravita' tale da sollecitare l'intervento del
secret service statunitense e dei servizi d'informazione francesi che hanno
chiesto la collaborazione dello sco e che gia' oggi hanno fatto sapere che
sara' richiesta l'estradizione di alcuni degli arrestati. (Ansa) pet
13-dic-95 14:11 nnnn

CRIMINALITA': IL SERVIZIO CRIMINALITA'INFORMATICA DELLO SCO

(v.: 'Criminalita': operazione anti hackers...'Delle 12.24) (ansa) - roma,
13 dic - un vero e proprio "pool" di investigatori super esperti in
apparati informatici, specialisti in computer ed in telecomunicazioni. Sono
gli uomini del servizio criminalita' informatica del servizio centrale
operativo della polizia che oggi hanno sgominato una banda di "hackers" che
operava in varie zone del paese ed all'estero. Il servizio criminalita'
informatica - ha ricordato alessandro pansa, responsabile del settore - e'
nato nel 1989, anno in cui e' stato costituito lo sco, ed e' composto da
circa 12 agenti superspecializzati. A questi vanno aggiunti 4-5 uomini che
provengono dagli agenti ausiliari: sono coloro che hanno un grande livello
di preparazione e che effettuano il servizio militare nella polizia.
Inoltre - ha spiegato pansa - ci sono in tutto il territorio delle unita'
operative, di una o due persone, accorpate nelle criminalpol regionali e
che hanno seguito corsi di specializzazione. Costoro hanno compiti di
monitoraggio e possono essere chiamati a far parte di squadre generali che
si muovono per grosse operazioni di polizia come quella odierna. Tutto il
personale a livello centrale - ha aggiunto pansa - ha una preparazione di
base che non e' necessariamente di tipo scientifico - informatico: vi
possono essere elementi - ha spiegato - laureati anche in psicologia o in
altri corsi di laurea.(Segue).
pet 13-dic-95 18:12 nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS IN ITALIA (5)

(ansa) - roma, 13 dic - anche se ai destinatari dei provvedimenti cautelari
non viene contestato alcun episodio collegato alle intrusioni della falange
armata nei sistemi informatici dell'agenzia di stampa "adn kronos"
(novembre del 1994) e della banca d'italia (settembre scorso), non si puo'
escludere che nel loro giro possano annidarsi anche gli autori di quegli
inserimenti.
Sui computer dell'agenzia di stampa e dell'istituto di emissione furono
lasciati messaggi firmati dalla falange. La questione potrebbe essere
approfondita nel corso degli interrogatori che saranno tenuti nei prossimi
giorni dal procuratore aggiunto italo ormanni e dal sostituto pietro
saviotti, quest'ultimo titolare degli accertamenti sull'attivita' della
falange armata da piu' di tre anni. L'operazione "ice trap" segna una tappa
fondamentale nella lotta agli "hackers". Per la prima volta, infatti, oltre
alla violazione di reati informatici, e' stato contestato anche
l'associazione per delinquere. Secondo opinioni raccolte in procura, il
problema dei pirati informatici e' stato spesso sottovalutato benche' i
danni arrecati dalle loro "incursioni" nei sistemi informatici siano
notevoli.
Tutto cio' -e' stato sottolineato- ha radicato quella consapevolezza
dell'impunita' che ora si sta cercando di debellare. (Ansa) tb 13-dic-95
18:19 nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS; PM SAVIOTTI

(ansa) - roma, 13 dic - "abbiamo preso i piu' bravi. Speriamo che questo
serva anche a spaventare gli altri, a fargli capire che l'impunita' non e'
per niente garantita". Il sostituto procuratore pietro saviotti, che
assieme al procuratore aggiunto di roma italo ormanni ha coordinato
l'inchiesta, e' sommerso dalle carte e dalle telefonate, ma soddisfatto.
"Per esaminare tutto quel che abbiamo trovato ci vorra' tempo" dice, "gia'
posso dire che si tratta di materiale molto interessante". In effetti nelle
perquisizioni, sia in italia che in quella a losanna, gli investigatori
hanno trovato tanti di quei riscontri ai sospetti di attivita' illecite per
via telematica che agli ordini di custodia cautelare da eseguire si
sarebbero aggiunti, a quanto si e' appreso, fermi di polizia giudiziaria.
Dell'ipotesi che tra gli arrestati o i fermati ci siano anche "falangisti",
ai magistrati ed agli investigatori non si puo' nemmeno chiedere:
l'inchiesta su falange armata e' stata secretata, non si stancano di
ricordare. Ma da indiscrezioni sembra che qualcuno abbia gia' fatto
ammissioni in questo senso.(Segue).
Cz 13-dic-95 19:17 nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS; PM SAVIOTTI (2)

(ansa) - roma, 13 dic - il pm saviotti e' invece disponibile a tracciare un
identikit dell'hacker: "sono tutti giovani, intelligenti, celibi e senza
lavoro, o almeno senza un lavoro impegnativo -spiega-. Passano ore ed ore,
la notte, a 'navigare'. Non sono pochi quelli che, arrivati ad una certa
eta', passano dall'altra parte, a lavorare per le agenzie che si occupano
della sicurezza informatica". Per gli hackers catturati oggi, pero', un
futuro da "guardie" invece che da ladri, sembra difficile: i reati
contestati sono gravi, nel proseguo delle indagini potrebbero aggiungersene
altri ancora piu' gravi, come quello di spionaggio industriale ai danni di
grandi societa' italiane ed estere, ed anche piu' gravi ancora se si
dovesse accertare che hanno "giocato" con la falange armata. Almeno per uno
degli hackers individuati oggi, comunque, non e' la prima volta, infatti
era gia' stato processato nel '93 per il reato di attentati ad impianti di
pubblica utilita': era penetrato nel sistema del centro interuniversitario
per i trapianti d'organo, creando seri danni. (Ansa) cz 13-dic-95 19:22
nnnn

CRIMINALITA': OPERAZIONE ANTI HACKERS IN ITALIA (6)

(ansa) - roma, 13 dic - a proposito del caso di "intrusione" verificatosi
nello scorso mese di settembre alla banca d'italia, fonti dell'istituto di
emissione hanno precisato stasera che il sistema informatico della banca
centrale non =E8 mai stato violato da "hackers". Il caso di riferiva
infatti soltanto al terminale di un dipendente - non collegato con la rete
informatica interna della banca bensi' aperto all'esterno grazie ad un
collegamento internet - nella cui casella di posta elettronica fu lasciato
un messaggio firmato "falange armata". Il sistema informatico della banca
d'italia -hanno concluso le stesse fonti- non e' quindi mai stato
compromesso in alcun modo. Tra le aziende nelle quali invece gli hackers
sono penetrati, secondo attendibili indiscrezioni, tanto da far temere che
possano aver fatto spionaggio industriale, vi sarebbero telecom, l'enea,
l'algida e la findus.(Ansa).
Rm-cz 13-dic-95 19:23 nnnn

 --- MacPress 2.1b9-reg